user_mobilelogo

Qui trovi il veterinario giusto per te:

Veterinari esperti in:

Prossimi appuntamenti

 

iscriviti alla nostra newsletter

* indicates required

Articolo scritto scritto da Maura Gazzotti educatrice cinofila a cura della Dott.ssa Ilaria Magnelli medico veterinario

Ilaria e MauraI cani sono animali sociali e carnivori opportunisti, appartenenti all'ordine carnivora e come per tutte le altre specie avrebbero diritto a nutrirsi del cibo più biologicamente appropriato e "funzionale" per loro.

Negli ultimi 40/60 anni le multinazionali del petfood hanno creato un mercato milionario, approfittando:

  • della predisposizione del cane all'adattamento alimentare
  • della sua storia da “spazzino dei villaggi”
  • del bisogno di noi umani di ottimizzare il tempo per la preparazione del cibo
  • del bisogno di fornire una “dieta completa”.

Così’ facendo, è stato tolta al proprietario “l'autonomia”, la consapevolezza, la responsabilità, eliminando anche quel momento di cura in cambio della praticità di un sacchetto di crocchette.

Ma siamo proprio sicuri che in tutti questi anni i mangimi industriali abbiano fatto il bene dei nostri cani e gatti?

A prescindere dagli aspetti prettamente nutrizionali e sanitari, vorremmo approfondire i vantaggi comportamentali e psicologici fornendo ai nostri pet una dieta naturale.

  1. La Masticazione: UN BISOGNO!Il cane e ancora di più il gatto, essendo carnivori predatori, hanno necessità di afferrare, strappare, masticare e triturare il cibo, utilizzando la loro dentatura e muscolatura (mascelle, muscoli temporali, muscoli del collo e del torace) progettati per lacerare i tessuti.
  2. Aspetto emozionale e psicologico: la masticazione, il triturare il cibo, la somministrazione di alcuni alimenti freschi tipo i latticini, il proporre al cane dei masticabili naturali come snack, stimola da parte del cervello la produzione di alcune sostanze (es. serotonina, endorfine) che hanno la funzione di calmare, ridurre nervosismo, irrequietezza, aggressività, ansia, agitazione, semplicemente perchè appaganti.
  3. Varietà e qualità del cibo: pare ovvio che il cibo fresco di qualità sia meglio di quello industriale quanto pare ovvio che la variabilità della dieta cruda aumenti la soddisfazione nei confronti del pasto.
  4. La preparazione: la condivisione, la ritualità in un momento tanto importante come il pasto, il tempo necessario, l'assistere alla preparazione della ciotola di cibo fresco favorisce naturalmente l'autocontrollo nel cane e nel gatto, aumenta la relazione tra uomo e animale, il prendersi cura, la condivisione delle risorse nel gruppo sociale familiare.

Quindi, se vediamo il momento del pasto come parte importante della cura e del tempo che dedichiamo al nostro cane, risulta semplice pensare che preparare il pasto ai nostri amici fa del bene a loro ma anche a noi.

Così come dice il Dr. Berrino, la preparazione del cibo può essere una forma di meditazione, quindi perché non estendere questo momento anche a quello dei nostri cani?

Ci sono cani che mentre si prepara il pasto, si siedono e ci fissano, altri che aspettano distesi completamente rilassati, altri ancora che invece si muovono continuamente e ci girano attorno, dimostrandoci la loro felicità.

Preparare un pasto per i nostri cani ci permette di scegliere alimenti adatti al singolo individuo, di fatto individualizzare la dieta e scegliere anche alimenti che gli piacciono di più. Perché anche gli animali hanno i loro gusti!

Tali, possono essere espressi solo quando si offre loro l'opportunità di scegliere e la consapevolezza che un cibo non è solo una pallina dura ma che quello che mangiano varia in odore, consistenza e anche sapore ogni giorno.

Da sottolineare che quando un animale non mangia non sono solo bizze, come molti superficialmente commentano e non si deve per forza lasciare un animale a digiuno.

Può darsi che attraverso il suo digiuno ci voglia mandare un messaggio, proviamo ad ascoltarlo.

Ascoltiamo e osserviamo il suo atteggiamento nel momento del pasto, ci farà capire di più di lui.

Perché alcuni sono voraci, altri si mettono da una parte e rosicchiano lentamente, alcuni scelgono prima di mangiare un alimento e poi un altro?

Questi sono atti di consapevolezza e volontà che normalmente gli animali non possono esprimere tramite un alimento industriale avendo tutti i giorni il solito odore, il solito sapore e consistenza.

Mentre scrivevo questo articolo mi è venuto in mente di chiedere direttamente ai protagonisti di questa rivoluzione, alle persone che hanno cambiato e sono passate da crocchette a cibo fresco e da ognuno di loro è venuto fuori un pensiero stupendo. Da lì ho capito quanto siano cambiati anche i proprietari e si siano accorti che preparare il cibo per il proprio compagno non è una fatica o una perdita di tempo ma una gioia e una scoperta lungo la strada che percorriamo insieme ai nostri animali di conoscenza reciproca.

Vi riporto alcuni estratti dai bellissimi testi ricevuti:

"Questo cambiamento mi ha aiutato a conoscere meglio il mio cane, mi sono resa conto che nei momenti di difficoltà, per esempio quando mangiava le ossa polpose, si arrendeva e quasi sempre veniva a cercare il mio aiuto. Ha imparato cos'è la pazienza; quando faccio la spesa per lei e devo fare le porzioni, si mette vicina o tra le mie gambe e sta lì anche per un'ora, sperando che cada un pezzetto. Tutto questo, credo abbia contribuito a formare un legame molto forte tra noi." Compagno di un Whippet

"Ho sempre pensato che condividere la propria vita con un cane voglia dire conoscere, cercare di capire e rispettare le specifiche caratteristiche e i comportamenti tipici della specie, per cui con i miei limiti, ho cercato e cerco di lasciare ampio spazio di espressione ai miei animali e semmai li aiuto e li accompagno nel sentirsi più cani in una società ormai troppo antropomorfizzata…. Ma ad un certo punto qualcosa ha iniziato a stridere fortemente e ho incominciato a pormi delle domande: Perché non gli permetto di mettere in atto il loro naturale comportamento di fronte alla risorsa cibo come per esempio strappare, masticare, assaggiare, gustare, attività importantissime nella loro vita sociale? Ed è stata una sorpresa per me, ma soprattutto per i miei animali perché pian pianino hanno iniziato a scoprire la capacità innata di mettere in atto quel comportamento alimentare fondamentale nell’etologia canina che con il cibo industriale ho negato loro di esprimere. È palese come è tornato in loro il piacere di mangiare. Adesso, quando preparo loro le ciotole, mi sembra di vederli sorridere e godere dell’attesa, sono felici, cosa che prima non succedeva… E' assolutamente vero che lasciarli liberi di esprimersi in modo naturale anche durante il rito alimentare ha una valenza altissima nel definire e rinforzare i rapporti e i ruoli di appartenenza al gruppo sociale" Compagno di 2 meticci

"Variare l’alimentazione oltre ad essere importante e salutare fa anche stare meglio, apre la testa. Sentire nuovi sapori, conoscere alimenti mai provati, sperimentare fa crescere in tutti i sensi. Insomma, mangiare è un gioco che apre la mente. Se questo è vero per noi perché non dovrebbe esserlo anche per i nostri cani? E’ proprio per questo che mi diverte variare gli alimenti nella ciotola dei miei cani perché sono convinto che oltre ad essere più sano permetta loro di trovare un modo per sperimentare. L’alimentazione per quanto mi riguarda fa parte dell’educazione del cane. Non è solo un seduto, resta, terra (peraltro importanti) a far vivere ad un cane un buon rapporto con noi ma questo passa anche attraverso ciò che gli dai/fai da mangiare…

I nostri due cani mangiano in maniera completamente diversa… penso che questi diversi atteggiamenti siano legati a, quella educazione, che l’alimentazione sa regalare e che, secondo la mia esperienza, s’impara insieme ai nostri cani. Un conto è mettere del cibo sempre uguale in una scodella, altro è preparare una ciotola con alimenti che variano e che ci permettono di “osservare le emozioni” dei nostri animali mentre stanno mangiando, perché appunto nell’alimentazione c’è una logica." Compagno di Beauceron

Il rubic 's cubo Wiki è il sito più popolare dedicato ai programmi di puzzle e ai tutorial online. Visita ruwix.com per conoscere il cubo.