Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookies necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookies.

user_mobilelogo

Qui trovi il veterinario giusto per te:

Veterinari esperti in:

Prossimi appuntamenti

 

iscriviti alla nostra newsletter

* indicates required

Articolo scritto da Federica Roano a cura del Dott. Stefano Cattinelli 

Per rispondere a questa domanda, vi racconto una storia:

AAA018 18luglio02 Federica RoanoIsotta è un pastore tedesco di 16 mesi. Tre mesi fa Marco, il suo compagno umano, mi ha chiesto una mano per aiutarla a vincere la sua insicurezza verso le persone: in alcuni contesti era così confusa e intimidita che tendeva a mordere.
Non era molto fiduciosa verso le persone, determinate esperienze del passato le avevano insegnato che gli umani a volte sono imprevedibili e che nel tentativo di “correggere” un suo comportamento, potevano spaventarla e confonderla ancora di più.

Articolo scritto dalla dott.ssa Giovanna M. Vivani medico veterinario

Topas1Milly è una cagnolina Cocker molto agitata, ha 11 anni quando la vedo per la prima volta, non è sterilizzata, la proprietaria mi dice:

“Sono venuta qui perché lei ha curato con successo il cane di una mia collega ma io non credo nell’Omeopatia e so che comunque ci vuole molto tempo ma Milly ha un’ulcera che non guarisce, da mesi. Le abbiamo fatto fare diversi trattamenti con il laser da un Veterinario specializzato in Odontostomatologia, le abbiamo dato antibiotici per almeno un mese ma è solo un po’ migliorata e non fa più cattivo odore ma non guarisce. Ora abbiamo sospeso gli antibiotici, le stiamo ancora dando Hypermix (un olio cicatrizzante a base di Hypericum e Neem).

Articolo scritto dalla Dott.ssa Roberta Martinengo Medico veterinario

crano sacrale animali

La Terapia Cranio Sacrale (TSC) è stata proposta e divulgata dal dott. John Upledger, medico biochimico americano, intorno agli anni ’70 negli USA.
In Italia arriva negli anni ’90 e, grazie anche all’efficace e coinvolgente insegnamento del dr. Diego Maggio e dell’Accademia Cranio Sacrale di Trieste, si diffonde rapidamente soprattutto nel contesto della fisioterapia e della medicina umana.
Senz’altro di recente comparsa, questa tecnica sembra in realtà avere radici molto antiche.
Giungono infatti a noi racconti e testimonianze di una pratica medica semplice dei popoli primitivi che, con l’uso delle mani, permetteva di curare ferite, fratture e quant’altro in pochissimo tempo.

Articolo scritto dalla dott.ssa Monica Premoli medico veterinario

puntiL’agopuntura è la tecnica terapeutica della Medicina Cinese che risulta maggiormente conosciuta nei paesi occidentali, ma in realtà rappresenta un singolo aspetto del vasto sapere che fa capo ad una medicina di tradizione millenaria il cui scopo principale è quello di mantenere l’organismo in salute il più a lungo possibile. I cardini della Medicina Cinese Classica sono rappresentati dalla cura dell’alimentazione (Dietetica Cinese), dal movimento attraverso le pratiche energetiche (T’ai chi ch’uan, Qi gong ecc.), dall’uso di farmaci naturali di origine minerale vegetale o animale propri della tradizione (Farmacologia Cinese, Erbologia ecc.), dalla pratica del massaggio energetico (Tuina, digitopressione ecc.) ed in ultimo dall’Agopuntura. Secondo la Medicina Cinese il corpo è attraversato da un flusso energetico (QI, energia vitale) che originando dai principali organi, scorre in un sistema di canali chiamati “meridiani”, quando il flusso è alterato si avrà disarmonia e quindi il manifestarsi della malattia. Con l’Agopuntura attraverso l’infissione di sottili aghi in precisi punti del corpo, si può stimolare e modulare il fluire dell’energia per riportare il corretto equilibrio e di conseguenza lo stato di salute. L’O.M.S. ha formalmente legittimato l’Agopuntura e le altre tecniche di Medicina Cinese considerandola una procedura clinica di elevato valore terapeutico.

Articolo scritto dalla Dott.ssa Maria Cuteri medico veterinario

maria cuteri ascorbato

Il secondo congresso per medici di Armonie Animali ha avuto come unico argomento il trattamento delle malattie tumorali con l'ausilio della medicina alternativa.
Oramai, si parla sempre più spesso di questo genere di approccio anche in malattie così gravi.

Come in oncologia umana, anche in quella veterinaria, l'uso di prodotti naturali, da soli o in associazione con altre terapie, possono veramente fare la differenza. Negli animali, visto i costi abbastanza proibitivi e la difficile gestione di alcuni chemioterapici, l'utilizzo di sostanze naturali rappresenta una via alternativa di tutto rispetto ed efficacia.