Alimentazione etologicamente corretta

Alimentazione del cane anziano - Come rinascere

Articolo scritto dalla dottoressa Iliaria Magnelli medico veterinario

L’età media dei nostri animali è aumentata negli ultimi anni. Diagnostica e cure sono migliorate a tal punto da avere nelle nostre case molti più animali anziani, rispetto a 10-20 anni fa. Come per noi esseri umani, l’anzianità è una fase della vita particolare, delicata e fragile ma nonostante questo può essere portata avanti in maniera serena e comunque energica.

Dobbiamo sicuramente cominciare a considerarla in tal maniera riguardo i nostri amici animali e porre più attenzioni non solo in termini di analisi e quindi di cure, ma anche in termini di alimentazione.

Come riportano molti ricercatori in ambito umano, l’alimentazione può essere considerata prevenzione primaria, secondaria e terziaria. Parliamo di prevenzione in tutte le fasi della vita dal periodo prenatale, da ciò che mangiano i nostri genitori, fino ad arrivare al momento della malattia e/o dell’anzianità.AAA057 alimentazione cane anziano

Mi piace sempre raccontare delle storie poiché sono l’esempio migliore per capire cosa ci possiamo aspettare nel cambiare alimentazione negli anziani.

Vi racconto di Baby, cane di razza boxer, 10 anni di età. Proviene da un allevamento, volevano farle fare la riproduttrice, dopo la prima cucciolata si sono accorti di una grave displasia alle anche ed è stata tolta di conseguenza dall’attività riproduttiva.

Baby fa regolarmente fisioterapia e attività in acqua per i problemi di displasia e per tenere allenati i muscoli. A questa problematica si è aggiunta una grave spondilartrosi a livello delle vertebre lombosacrali.

Alla prima visita pesava 34 kg ma nella sua vita era sempre stata circa 29kg, perciò era in sovrappeso di almeno 5kg (che non sono pochi proporzionati alla stazza di un cane con aggravamento del movimento riportato dalla proprietaria).

L’obesità è uno dei problemi crescenti in ambito veterinario e di sicuro predispone ad un accorciamento della vita, stimata a 2-3 anni a seconda delle razze.

Porta più facilmente a malattie di vario tipo, si parla di sindrome metabolica, vera e propria porta di accesso ad altre patologie spesso croniche.

L’obesità è una delle condizioni più frequenti nei cani anziani e le cause sono: diminuzione del metabolismo, diminuzione dell’attività motoria e sovente errori alimentari.

Per Baby l’obesità comporta un aggravamento delle condizioni motorie, oltre che l’aumento di problemi di salute generali. Il risultato è una minor attività che a sua volta conduce ad ulteriore aumento di peso (sicuramente incominciato dopo la sterilizzazione).

Un altro punto molto interessante è che Baby come alimentazione di base segue una dieta casalinga, composta dai proprietari. Quindi, il nostro obiettivo è farla arrivare al suo peso ideale e integrare con alimenti o sostanze nutraceutiche antinfiammatorie per sostenere le articolazioni.

Quello che ho fatto è stato diminuire la quantità di carboidrati, aumentando proteine di alta qualità e digeribilità e ho fornito maggiori fonti vitaminiche, sia da alimenti che da integratori, così come un’alta dose di omega 3.

Al controllo, dopo 3 mesi, il peso di Baby era 31.5 kg, con un calo registrato di 2.5kg.

La soddisfazione più grande per me non sono stati i chili persi in così poco tempo, quantomai l’energia acquistata.

La proprietaria mi ha detto: “ha gli occhi più brillanti, scappa per gioco, mi fa gli scherzi, ha più energia di quando era giovane”.

Queste parole mi hanno riempito il cuore, perché parlano di una vera e propria rinascita: è stato rimesso in moto un meccanismo che era bloccato e in una via di discesa praticamente inesorabile. Il fatto che giochi è una dimostrazione che, probabilmente, nonostante i problemi osteoarticolari in questo momento non abbia dolore.

Negli anziani l’obbiettivo che mi pongo è il miglioramento della qualità di vita, che spesso può essere ottenuta con una alimentazione casalinga ben bilanciata di tutti i principi nutritivi, vitamine, proteine, adeguati grassi e carboidrati. Con un giusto piano nutrizionale possiamo donare ai nostri animali un’energia che non hanno mai conosciuto, per aiutarli a fare gli ultimi passi del loro percorso.


Armonie Animali La rete del ben-essere animale ETS-APS
P.IVA 04430110405 - C.F. 92088900409 | segreteria@armonieanimali.com

Privacy & Cookie Policy

© 2019 Armonie Animali Tutti Diritti Riservati. Powered by Social Story