Dinamiche di relazione tra l'individuo e il suo animale

Piacere di conoscerti: capire i cani con le motivazioni di razza

Articolo di Dora Scialfa, Medico Veterinario

A tutti coloro che sono motivati dal piacere di leggere un buon libro, a chi ha voglia di conoscere il cane in molte delle sue sfumature motivazionali, a chi è motivato dalla necessità di comprendere alcuni comportamenti del proprio cane, regalerei questo libro di Elena Garoni!

Lo raccomanderei anche a tutti i professionisti che si trovano a poter consigliare quale cane è adatto per un particolare contesto; a chi ha deciso di compartecipare una parte della propria biografia con un cane o magari di adottarne un secondo o un terzo; a chi cerca, in un libro dedicato al cane, scienza ed arte, esperienza e competenza, umorismo ed autenticità professionale, chiarezza e sintesi, spregiudicatezza e senso di responsabilità.AAA056 19maggio04DoraScialfa

Titolo e copertina ci rivelano le intenzioni di questo libro: il piacere di conoscere attraverso un incontro speciale, un’opportunità per cogliere nuovi punti di vista che aiutano a fare chiarezza su “quello che il cane si aspetta dal mondo e cosa cerca nel mondo”.

Sally Muir è l’artista del dipinto che appare in copertina ed è a sua volta autrice del libro “A Dog A Day”, nel quale al cane, nelle sue sfumature, è il caso di dirlo, viene dedicato un dipinto al giorno.

La prima parte del libro più “tecnica”comprende anche un elenco dei desideri dei cani con le diverse definizioni di motivazioni cinestesica, perlustrativa, predatoria, affiliativa ed altre specifiche. La seconda parte dà un ulteriore contributo scientifico, che si muove artisticamente attraverso le atmosfere che, in ogni capitolo Elena Garoni sa caratterizzare parlandoci di razze di cane in gruppi rappresentativi, nei quali ognuno può riconoscere le caratteristiche del proprio cane, anche meticcio.

Un esempio? Nel capitolo dedicato ai cani da acqua inizia così:

“Legato ad un palo con un guinzaglio di finta pelle, un piccolo barboncino bianco aspetta. I suoi occhi neri risaltano come punte di spillo, sotto il ciuffo cotonato, e non si staccano dalla porta del supermercato. Anche quando un bambino si avvicina e gli fa una carezza maldestra, lui non gli concede neppure uno sguardo.

Adoro guardare i cani nelle situazioni ordinarie…”

Anedotti storici ci svelano la biografia di molte razze e il contesto nel quale hanno preso forma, anche in senso letterale, così scopro ad esempio che il dogo argentino è una mescolanza di 10 razze, tra le quali il Pointer, maestro nel teleolfatto “che alza il naso all’aria e sente l’effluvio portato dal vento, e va dritto sull’obiettivo”.

In un’epoca nella quale l’attenzione per lo stile di vita giapponese riscontra grande interesse, anche il capitolo sui cani giapponesi, ci può far cogliere elementi caratteristici che tengono conto di cultura e territorio straordinari.

L’arte di scrivere con la giusta dose di umorismo si fa audace quando l’autrice parla dei cani da compagnia: “Sappiamo che il concetto di cane da compagnia non ha motivo di esistere: tutti i cani sono maestri nel fare compagnia, ma nessuno di loro è così limitato da fare solo questo. Fare compagnia è un lavoro duro, ma qualcuno deve pur farlo”.

Il monito conclusivo ci ricorda che le cose importanti non sono scritte sui libri e l’invito è a porsi domande e ad alzare gli occhi a guardarli, possibilmente liberi.


Armonie Animali La rete del ben-essere animale ETS-APS
P.IVA 04430110405 - C.F. 92088900409 | segreteria@armonieanimali.com

Privacy & Cookie Policy

© 2019 Armonie Animali Tutti Diritti Riservati. Powered by Social Story