Dinamiche di relazione tra l'individuo e il suo animale

Quando il cuore riconosce e si riappropria di parti di sé dimenticate, attraverso una Relazione intensa, arricchente e meravigliosa con le proprie gatte

Articolo a cura di Antonella Mastrostefano, Operatrice Olistica e Consulente nella relazione con il gatto

Avevo sempre detto fin da bambina: "quando andrò a vivere per conto mio, mi farò il cane!" e così crescevo occupandomi del cane di mia sorella, di amici o quelli del canile, in attesa di quel giorno...


Arrivò quel giorno e anche la mia prima casa in campagna ma qui ci trovai una gattina. Non sapevo nulla dei gatti, ma era una creatura meravigliosa e fu facile innamorarsi di lei. Non avendo consapevolezze adeguate, non riuscii però ad esprimermi nella relazione come avrei voluto e farei oggi e Tesi, questo il nome che le diedi, mi lasciò tragicamente troppo presto. Un dolore grande e profondo, avevo appena iniziato a non ascoltare i "consigli" degli altri e ci stavamo vivendo la Relazione come volevamo e sentivamo solo io e lei, visto che vivevo da sola.

 

Tesi però ha aperto le porte all'arrivo di Miele, piccola e dolcissima e con lei c'è stata l'esplosione di quella Relazione intima, viscerale e arricchente. Ci siamo subito entrate nell'anima e vivere con lei era la cosa più bella e naturale che potesse esserci. Per me era come vivere con quel "cane" che avevo sempre voluto e con il passare del tempo ho anche compreso, grazie a percorsi di crescita personale interiori, che Miele, una gatta, in fondo era proprio l'animale "giusto" per me. Non avrei potuto vivere, in quel periodo storico della mia biografia, con un cane perché avevo proprio bisogno di fare quel lavoro interiore dentro me stessa, quell'andare dentro; dentro le mura di una casa solo io e lei, dentro i miei dolori e dentro una Relazione molto intensa.

 

Miele mi ha insegnato che c'era qualcuno che mi amava incondizionatamente e che potevo amare a mia volta con tutta me stessa, che potevo ancora sorridere e bastava guardarla per farlo, e cosa era la dolcezza di scambiarsi le coccole. Mi ha anche fatto capire quali erano i suoi bisogni e come fare per soddisfarli e mi ha fatto sentire che c'era qualcuno da proteggere, lei. Poi è arrivata Lali, completamente diversa e solo con il tempo ho compreso che loro hanno sempre rappresentato due aspetti di me o quello a cui tendere, e proprio per questo, si sono espresse in maniera differente e io stessa mi sono rapportata a loro in maniera diversa, con più o meno difficoltà ma Insieme siamo diventate presto un nucleo inscindibile, una Famiglia! Miele la parte saggia, forte e dolce nello stesso tempo, l'espressione pura della calma e dell'equilibrio mentre Lali al contrario è sempre stata fin da subito, il mio "Io bambina" e quindi con tutte le difficoltà, le paure e le fragilità di quella bambina ma anche, anzi ancor di più, con il suo attaccamento dolcissimo a me effetto "colla", smentendo ogni frase fatta del tipo "il gatto non si lega" "il gatto è indipendente" ecc.

 

Con loro, inoltre, sarà che mi sono sempre rapportata come avrei fatto e sapevo fare con un cane, ho avuto una Relazione fatta anche "di contatto fisico", gioco e coccole. Loro mi hanno indicato la strada e mi hanno aiutata in certi momenti dove non mi sarei neanche voluta alzare dal letto, a non arrendermi e a trovare in loro e poi in me stessa la forza per andare avanti. Ecco, vivere con un gatto, come credo avere una qualunque Relazione, può essere un'esperienza idilliaca, meravigliosa ed armoniosa come quella che ho avuto con Miele o la si può avere un pò più "impegnativa", come quella che in certi momenti ho con Lali, se pur fatta di tanta dolcezza ed amore. Certo oggi, grazie appunto alle mie consapevolezze so riconoscere l'enorme valore di entrambe e comprendo che la dinamica comportamentale di Lali se pur a volte "faticosa", in realtà appartiene a me stessa e forse si è "scelta" un arduo compito da svolgere, e mi sta aiutando moltissimo a trasformare quelle parti di me stessa che avrei faticato anche solo a vedere.

 

Oggi quindi posso dire che sono felicissima di condividere la mia vita con loro e che come con qualsiasi altro animale è bene si, conoscere gli aspetti etologici per un loro completo benessere psico-fisico, ma poi quello che veramente conta è la Relazione che instauriamo con loro, quello "Spazio Sacro" di noi e loro Insieme, che va difeso e rispettato e che essendo tale, è sempre meraviglioso ed Unico. Le Ringrazio in ogni istante per Esserci!


Antonella Mastrostefano a Tesi, Miele e Lali con infinito Amore e Gratitudine!


Armonie Animali La rete del ben-essere animale ETS-APS
P.IVA 04430110405 - C.F. 92088900409 | segreteria@armonieanimali.com

Privacy & Cookie Policy

© 2020 Armonie Animali Tutti Diritti Riservati. Powered by Primastudio